01-460x300

Learning from Vernacular. Fango, legno e pietra

Capanne di fango, abitazioni in legno, case in pietra. Le architetture di tutto il mondo cambiano, si evolvono e si adattano all’ambiente, al clima e ai materiali locali. Nascono ottimi esempi di edilizia sostenibile, espressione delle culture tradizionali.

Schule, Anna Heringer

Learning from Vernacular” è la mostra in scena, fino al 29 settembre, al Vitra Design Museum. Un’occasione per scoprire esempi di architettura tradizionale: un design contemporaneo che nasconde nuove forme di costruzione. Dal Sud dell’Africa, all’Egitto, dalla Cina, alla Malesia fino al Camerun; architetture in legno, progetti spettacolari in bamboo fino a strutture che assomigliano a tunnel e sono state realizzate con erba di palma.

Togo Tamberma, Tata Photos, Deidi von Schaewen

La mostra presenta i progetti residenziali dell’Università Auburn di Rural Studio in Alabama, le collaborazioni tra artigiani e architetti in India, l’opera dell’architetto Carin Smuts nelle township sudafricane o le strutture di bambù del colombiano  Simón Vélez.  Pellicole, fotografie e piani illustrano come i rispettivi edifici siano stati costruiti e trasmettono la vita quotidiana dei loro abitanti.

Learning from Vernacular

Learning from Vernacular Learning from Vernacular

Con i suoi 40 modelli, la mostra presenta un vero e proprio panorama dell’architettura mondiale. E apre gli occhi del pubblico per l’abbondante varietà di materiali, forme, tecniche di costruzione che esistono al di fuori del mercato commerciale globalizzato e si tramandano di generazione in generazione. In questi casi, le funzioni sociali delle architetture sono spesso altrettanto importante quanto l’ estetica o l’economia. Grazie ai numerosi esempi di materie prime rinnovabili e soluzioni energeticamente neutrali offre numerosi spunti per lo sviluppo sostenibile delle risorse.

Learning from vernacular è stata realizzata grazie alla raccolta completa dell’École Polytechnique Fédérale di Losanna (EPFL). Questa collezione comprende più di 700 modelli architettonici in scala 1:20 e molti documenti. La collezione è a sua volta parte di un grande archivio dedicato all’architettura moderna, il cui direttore Pierre Frey è il curatore della mostra.

Uno dei pionieri della pratica edilizia sostenibile e sociale è l’architetto Anna Heringer che il prossimo 19 settembre terrà al Vitra Museum una conferenza sui progetti in paesi come la Cina, il Marocco o in Bangladesh, dove ha sviluppato un approccio unico al design architettonico che strettamente coinvolge le comunità e materiali locali.

www.design-museum.de
www.anna-heringer.com