432820322efb62821e29adc3ef057fc0_f2361-460x300

ModCell®: moduli in legno e paglia. Le frontiere della ricerca

La ricerca più all’avanguardia degli ultimi anni riguardo la progettazione di pareti prefabbricate in balle di paglie, nasce da una collaborazione tra la University of Bath e la ditta inglese con sede a Bristol ModCell® che hanno lavorato per portare a termine un progetto innovativo e curato sotto tutti gli aspetti della produzione, dalla tecnologia, al processo produttivo, alla logistica di cantiere. Iniziata con la ideazione di un prototipo, la BaleHouse di Bath, la ricerca ha concretizzato un sistema tuttora utilizzato per costruire uffici, scuole, abitazioni ed edifici commerciali con prestazioni termiche in grado di soddisfare lo standard della casa passiva.

ModCell

Il sistema brevettato dalla ditta ModCell® è costituito da una serie di pannelli con struttura portante a telaio in legno certificato FSC/PEFC e riempimento in balle di paglia, materiale che garantisce un buon isolamento. Tutte le materie prime sono rinnovabili e la paglia, priva di qualsiasi trattamento, è di provenienza locale. A fine vita i pannelli possono essere disassemblati, e tutti i componenti riutilizzati, riciclati, utilizzati come biomassa o compostati in modo sicuro.

ModCell®: moduli in legno e paglia

I pannelli sono forniti in 3 tipologie: ModCell® Traditional, ModCell® Core e ModCell® Core+, con funzione portante o di tamponamento, che si differenziano per dimensioni e spessore (480mm il primo, 400mm i Core), finiture e prestazioni energetiche. La produzione non prevede dimensioni standard ma i dettagli architettonici variano da progetto a progetto, sinonimo di alta flessibilità compositiva. I pannelli vengono realizzati in loco in quella così detta Flying FactoryTM, sempre situata entro un raggio di 20 miglia dal cantiere. Inoltre grazie all’anidride carbonica inglobata dal legno del telaio e dalla paglia di isolamento (1400 Kg di Co2 per pannello tipo), il prodotto finale è un manufatto architettonico altamente ecologico e sostenibile.

ModCell®: moduli in legno e paglia

La paglia viene pre-compressa, per ridurne i cedimenti, legata con cavi di acciaio per garantirne la stabilità e rivestita con uno strato protettivo a base di calce (certificato come resistente al fuoco fino a 2 ore in base ai criteri delle UK Building Regulations). Tale strato rende la paglia praticamente asettica,impedendo l’infestazione da parte di parassiti e muffe, essendo lo strato altamente alcalino. Il processo di decomposizione è bloccato dalla ridotta percentuale di umidità presente nel pannello, sempre inferiore al 20% grazie alla presenza di membrane permeabili al vapore.

ModCell®: moduli in legno e paglia

Il sistema ha funzione strutturale fino a 3 piani sia per gli edifici residenziali che commerciali. I cavi e le condutture elettriche degli impianti possono essere installati dietro lo strato di calce in fabbrica o in loco o sul rivestimento superficiale nascosto dietro una parete in cartongesso.

Il metodo brevettato è supportato e sviluppato da un programma di Ricerca Europea, EuroCell, per l’ Eco-Innovazione di sistemi costruttivi  e materiali rinnovabili per edifici in partenariato con aziende e università.

ModCell®: moduli in legno e paglia

Ad oggi esistono pochissime nazioni (Germania, Bielorussia, USA) ad aver definito una legislazione specifica per le costruzioni in paglia; in realtà l’unico settore di tale tecnologia che crea problemi di natura giuridica è il “Metodo Nebraska”, ossia una struttura a parete portante con le balle posate di piatto a giunti sfalsati senza l’utilizzo di alcun legante tra una balla e l’altra. Per questo tipo di costruzione esistono, come in Italia, normative che ne impediscono implicitamente la costruzione.

Per quanto riguarda invece le costruzioni, sia prefabbricate o posate in opera, dove la paglia finge da tamponamento non sussistono restrizioni.

Un esempio italiano di sviluppo del sistema travi-pilastri e paglia di tamponamento è il villaggio E.V.A.  a Pescomaggiore, frazione dell’Aquila, dove il sistema è stato usato nella ricostruzione abitativa a seguito del sisma del 2009.

(Fabiana Cambiaso, Università La Sapienza Roma)

www.modcell.com

Immagini: © ModCell®