office building U15

Office building U15

L’edificio U15 si colloca all’interno del nuovo quartiere di Milanofiori nord in corso di realizzazione sulla base master plan di Erick van Egeraat, in un’area che prevede volumi isolati immersi in un parco. Il progetto sviluppa le indicazioni del piano accentuando il rapporto dell’edificio con gli spazi aperti e il disegno del verde, e ponendo grande attenzione sull’orientamento solare e sulla qualità ambientale degli ambienti di lavoro e di relazione con il pubblico. La forma ovoidale e la grande dimensione della sagoma limite indicata dal master plan è sviluppata articolando l’involucro dell’edificio e piegandone i margini verso l’interno, fino a generare uno schema distributivo che unisce le migliori qualità di un diagramma ad H con quelle di una pianta a distribuzione centrale.

CZA Cino Zucchi Architetti con General Planning

L’edificio ospita la sede della più grande società mondiale di media investment, che ha riunito nell’edificio molte delle sue agenzie operative nel campo della pubblicità e del marketing. La geometria continua del perimetro, genera sul lato sud un’inflessione più profonda che abbraccia una corte aperta verso il paesaggio. I due piani interrati, che ospitano i servizi e i parcheggi, formano un podio verde leggermente rialzato dalla quota della strada raggiunto da una pendenza che guida il percorso dei pedoni e quello dei taxi verso la corte di ingresso.

CZA Cino Zucchi Architetti con General Planning

Nuovi ambienti di lavoro Il piano terra dell’edificio ospita l’accueil e gli spazi di relazione con il pubblico in forte continuità con gli spazi aperti. Il blocco di distribuzione principale con gli ascensori e le scale si trova in posizione centrale, permettendo così una grande flessibilità distributiva degli stessi; due blocchi scala collocati all’estremità sud dei due corpi a V garantiscono il deflusso secondo le vigenti norme antincendio. La profondità delle maniche edilizie e la posizione delle strutture verticali sono attentamente studiate al fine di massimizzare la qualità ambientale degli uffici in relazione agli affacci e la possibilità di suddivisione dei piani in diverse unità con possibili disposizioni a corridoio-stanza, a pianta aperta, a landscape office e le loro combinazioni. All’ultimo piano, un grande schermo metallico che protegge le UTA e altri impianti abbraccia un terrazzo usato per eventi o presentazioni.

La struttura e l’involucro

La struttura dell’edificio è costituita da colonne cilindriche e da solette orizzontali in cemento armato a basso spessore gettato in opera su casseforme prefabbricate. L’involucro perimetrale è diviso in più strati che combinati insieme raggiungono le alte prestazioni ambientali ed energetiche richieste. Lo strato interno alterna una fascia di serramenti a nastro con una fascia a parapetto opaca rivestita in pannelli coibentati alluminio anodizzato. I telai dei serramenti sono coperti da eIementi in lamiera pressopiegata dal profilo a V; le specchiature fisse e le ante apribili sono realizzate con lastre di vetro di diversa composizione e finitura a seconda dell’orientamento solare della facciata. Una serie di modanature orizzontali a passo costante sostiene un sistema esterno di frangisole fissi realizzati in lamiera di alluminio piegata con diversi profili e profondità, anodizzata come gli elementi precedenti in quattro varianti di colore dal bruno all’oro e forata a controllo numerico.   Se il motivo dei frangisole caratterizza l’intera facciata, la loro frequenza, il numero dei buchi e la loro disposizione è studiata in relazione all’inclinazione e all’intensità dell’irraggiamento solare nelle ore e stagioni sui vari lati. La modanatura orizzontale protegge nei mesi estivi dall’alto sole del sud; l’andamento verticale dei brise-soleil è particolarmente indicato per schermare l’irraggiamento del sole da est e in particolare da ovest nelle ultime ore del giorno dei mesi estivi. In corrispondenza dei locali comuni dei vari piani si trovano una serie di elementi in vetro posati a filo esterno con funzione di serra, all’interno dei quali possono essere realizzati piccoli giardini pensili. Al piano terra, lo schermo esterno dei brise-soleil segue un profilo dall’andamento sinuoso che enfatizza l’integrazione con il disegno del verde circostante.

CZA Cino Zucchi Architetti con General Planning

Pur essendo disegnato in maniera precisa per massimizzare le prestazioni energetiche dell’edificio, la geometria della pianta e il disegno dell’involucro creano un diaframma estremamente cangiante a secondo delle ore, delle stagioni e delle condizioni metereologiche, generando percezioni sempre diverse che avvicinano l’edificio a un oggetto “naturale” collocato nel nuovo paesaggio della città diffusa.