facciate interattive

UNStudio: facciate interattive e dinamiche a Seoul

Il progetto di UNStudio è stato selezionato come proposta vincitrice del concorso per la ristrutturazione dell’headquarter Hanwha a Seoul: per la torre uffici è prevista la ristrutturazione della facciata insieme alla modifica degli spazi interni ed al ridisegno dell’ambito paesaggistico circostante.

Situata nell’area di Cheonggyecheon a Seoul, la torre di 57.696 metri quadrati è stato progettata in team con Loos Van Vliet, per il disegno del paesaggio, ed Arup, come consulente per la sostenibilità e realizzazione della facciata. Inoltre in seguito alla selezione del progetto anche lo studio agLicht ha partecipato alla consulenza per l’illuminazione degli interni, del paesaggio e della facciata.

535934acc07a80356b000005_unstudio-s-responsive-facade-concept-selected-to-transform-seoul-office-tower_hanwha_rendering_01-530x706

La società proprietaria del grattacielo ha espressamente chiesto un nuovo ed innovativo aspetto che valorizzasse l’edificio e caratterizzasse il contesto.

L’idea di UNStudio è stata quella di creare un sistema di interazione tra interno ed esterno per mezzo di una facciata dinamica, che fungesse contemporaneamente da artificio estetico e strumento sostenibile.

535934a3c07a808a72000004_unstudio-s-responsive-facade-concept-selected-to-transform-seoul-office-tower_hanwha_rendering_05-530x706

Il concept prevede, infatti, una facciata animata da effetti d’illuminazione che corrispondono alle immagini mediatiche degli altri edifici su Hanbit Avenue.

Hanwha-HQ-Seoul-by-UNStudio_dezeen_sqa

La facciata è accesa da singoli Led pixel, con luci che riflettono le diverse parti dell’edificio, evidenziando le aree di attività al suo interno. Le immagini in facciata, riferite a fenomeni naturali ed energetici, sono progettate come parte della strategia di branding di Hanwha, uno dei principali fornitori di tecnologie ambientali del mondo. Al passaggio di veicoli e pedoni i LED si dispongono secondo nuove conformazioni, generando un prospetto sempre diverso, quasi smaterializzando la massa imponente del grattacielo.

Hanwha-HQ-Seoul-by-UNStudio_dezeen_7_1000

In risposta alla richiesta concorsuale d’integrare l’architettura all’ambiente, UNStudio ha sviluppato la facciata reattiva sostenibile: il suo rinnovamento comporterà la sostituzione di pannelli opachi con vetrate trasparenti, isolate, e strutture in alluminio che incorniceranno le viste sull’esterno. La geometria delle inquadrature è ulteriormente definita dai fattori solari e di orientamento, con il fine di garantire il ridotto consumo energetico e partecipare al mantenimento del comfort ambientale interno.

Hanwha-HQ-Seoul-by-UNStudio_dezeen_8_1000

 

L’impatto solare sull’edificio è diminuito dall’ombreggiatura fornita inclinando le vetrate rispetto alla direzione della luce solare diretta: solo la parte superiore della facciata sud è angolata per ricevere la luce solare diretta e celle fotovoltaiche sono collocate su pannelli opachi nell’area sud/sud-est, dove viene sfruttata una quantità ottimale di luce solare.

All’interno del Hanwha HQ l’elemento naturale domina con grandi spazi verdi e arredi in legno, e due caffetterie d’angolo per invogliare gli utenti ad entrare. La lobby della sede Hanwha connette gli interni con il paesaggio che prosegue verso l’interno e agisce come elemento guida nell’edificio, mentre i materiali naturali e le piante realizzano uno spazio rilassante per i visitatori che facilita le possibilità d’interazione e scambio sociale.

 

Hanwha Headquarter, Seoul, Corea del Sud

UNStudio con Loos Van Vliet, Arup e agLicht

Concorso: 2014

Area: 57.696 mq

Materiali: Vetro, Alluminio, Led

Applicazioni: Facciata Hanwha Headquarter, Seoul, Corea del Sud

 

(Fabiana Cambiaso)

Immagini: © UNStudio