ice-q-5

Ice – Q, il cubo di cristallo di 007

Una delle scene più belle del nuovo 007, sembra essere ambientata qui: in questa splendida location in Austria, sulla montagna del Gaislachkogl, a oltre 3mila metri d’altezza. La “clinica” dove l’agente va a “riprendersi” la sua bond girl sembra essere un bellissimo ristorante di design sulle Alpi dell’ Ötztal.

ICE-Q

Cinematografia (e sogni a parte), questo rifugio d’alta quota è un posto di grande fascino che merita di essere presentato.
Ice-Q è un ristorante, reso ancora più spettacolare da un exterior che riflette le bellezze del territorio. Vetro e acciaio sono i materiali scelti per il progetto architettonico: se il primo simboleggia l’eleganza e la trasparenza, il secondo garantisce robustezza e forza.

ICE-Q1

Il progetto è stato realizzato dallo studio d’architettura Obermoser di Innsbruck. Questo edificio è stato costruito su un terreno aspro e gli architetti hanno dovuto tener conto delle rigide temperature: per questo sono state realizzate delle fondamenta mobili che permettono alla struttura di adattarsi ai cambi di temperatura.

ICE-Q3Il ristorante, che gode anche di una terrazza esterna, è direttamente collegato alla cabinovia di Gaislachkogl, considerata tra i progetti più innovativi e di minimo impatto ambientale degli ultimi tempi.

Non solo architettura. Questo rifugio, il più alto di tutto il comprensorio sciistico, punta anche su un’esperienza gastronomica di alto livello. Oltre ai migliori prodotti del territorio alpino, qui è possibile gustare i migliori vini austriaci e internazionali. All’ Ice-Q è stata realizzata anche una speciale cantina dove viene affinato il Pinot 3000, una cuvée di pinot nero che nasce dalle tre vigne provenienti da Italia, Austria, Germania.