Dior Seoul

Un grattacielo sinuoso omaggia Christian Dior

Un edificio che già nella sua forma ricorda la sua funzione. Un’architettura che, pur esteticamente impattante, assolve con tanta bellezza un compito: rappresentare la creatività e la fama del lavoro di Christian Dior.

Dior edificio

Siamo a Seoul e qui l’architetto Christian De Portzamparc ha progettato il nuovo negozio della griffe. “Volevo che l’edificio rappresentasse il lavoro dello stilista – racconta l’architetto – l’exterior ricorda la dolcezza delle forme degli abiti, la morbidezza delle stoffe”.

dior seoul 2

La facciata del flagship ricrea infatti un movimento ondulato, marcato da alcune linee decise. È il risultato di un guscio esterno in vetroresina assemblato con estrema precisione. L’ingresso è il punto in cui le due sovrastrutture esterne si incontrano, celando una rete metallica sottostante.

Dior negozio Seoul

Un progetto architettonico importante che vuole essere quasi una scultura con i suoi quasi 20 metri d’altezza. L’edificio ospita anche una caffetteria, un salone e tante opere d’arte tra cui all’ingresso un lavoro dell’artista coreano Lee Bul.