xilo-1934_1934design_piva_rosette_2-hr.jpg

XILO1934: un’etica degna del giusto riconoscimento

Più che naturale che XILO1934, marchio di Piemonte Parquets spa, abbia ricevuto la nomination per concorrere alla 13°a grandesignEtico International Award.

XILO1934_1934DESIGN_Piva_Rosette_1 - HR (2)

Il riconoscimento, attribuito nello specifico alla linea Rosette di Marco Piva della collezione di decori su parquet 1934Design, è infatti un tributo significativo all’impegno dell’azienda portato avanti da sempre nei confronti dell’ambiente, con processi di lavorazione all’avanguardia, dal tronco all’essiccazione, dalla verniciatura con le più moderne nanotecnologie al prodotto finito. Ogni singolo prodotto XILO1934 viene studiato e valutato per il suo impatto ambientale e sull’effetto che ha per la salute di chi lo produce e di chi lo utilizzerà, concepito nell’ottica di amare e rispettare ciò che la natura dona al pianeta.   XILO1934_1934DESIGN_Piva_Rosette_2 - HR   La volontà di essere a impatto ZERO si conferma anche nelle proposte dell’originale collezione 1934Design, oggi 13 designer e 19 decori per un progetto in continua evoluzione che per giunta nell’aprile 2013 ha ottenuto la segnalazione ADI Design Index ed è stato esposto alla prima mostra “ADI Design Index 2013: Design Opera” da ottobre a novembre 2013 alla Triennale di Milano.   XILO1934_1934DESIGN_Marco PIVA - HR   Al legno, materiale per elezione dei prossimi vent’anni, “pezzo di natura” fra i più antichi elementi della cultura dell’abitare che pure riesce perfettamente ad amalgamarsi con le più raffinate e moderne tecnologie del ‘costruire’ e dell’ ‘arredare’, XILO1934 aggiunge infatti un processo di lavorazione totalmente italiano – dal tronco all’essiccazione al prodotto finito – e un’assoluta vocazione ecologica che si concretizza nell’esclusivo utilizzo di colle viniliche – senza solventi e voc free (volatil organic compound) – olii, vernici all’acqua e senza formaldeidi aggiunte. La tipologia individuata per tutte le collezioni è il rovere, che risponde alle richieste di robustezza e durevolezza. A questo, XILO1934 aggiunge la costruzione di tre strati di fibre incrociate incollati fra loro per consentire un’alta resistenza meccanica.
Infine la finitura utilizza le più moderne nanotecnologie per conferire un ampio strato di vernice 100% ad acqua con zero formaldeidi aggiunte: lascia traspirare il legno, è riparabile, non ha l’effetto ‘buccia d’arancia’ di molti prefiniti a vernice, è più dura e, rispetto alle normali vernici con prodotti a solvente, ha un valore doppio al Taber test, strumento di valutazione della resistenza all’abrasione e all’usura.
Un legno che continua a respirare, anche quando viene trattato con olio naturale, finitura alternativa alla vernice e adatta a parquet per un calpestio più elevato in linea coi principi di ecologia e bioedilizia. Un legno totalmenteecologico” dai pavimenti per interni prefiniti, listoni pronti per essere posati senza la necessità di trattamenti di finitura che allungano notevolmente i tempi di posa – come Maxitavole e Quercus Antiqua – sino, appunto, ai parquet disegnati da grandi autori come 1934DESIGN, dove il legno incontra il design per essere disegnato al pari della tela o dell’intonaco con un’innovativa tecnologia all’avanguardia.   XILO 1934_1934DESIGN_Piva_Rosette_2 - HR   Questi i motivi che hanno indotto l’Associazione Culturale Plana e grandesignEtico a scegliere il parquet di XILO1934, ora anche siglato da una doga speciale marchiata con il logo in alluminio inciso a laser, a sigillo di garanzia dell’autenticità dei parquet originali XILO1934 e dell’alta qualità della materia prima e delle finiture utilizzati.