barcellona

Barcellona illuminata senza fili

Sono numerose le città che stanno dimostrando il proprio impegno a vantaggio del risparmio energetico e del rispetto ambientale.

A queste città si è di recente aggiunta Barcellona, confermando il proprio carattere di città innovativa, che in diversi ambiti cerca di combattere i segni della crisi con soluzioni che oltre al risparmio economico siano attente alle problematiche ambientali. Ed è proprio sulla base di queste spinte ideologiche che è nato il progetto per la nuova illuminazione stradale della città catalana: lampioni a LED ma senza fili, realizzati dal colosso energetico spagnolo Endesa.

Questi dispositivi funzionano mediante temporizzatori e rilevatori di movimento. Si tratta di un progetto sicuramente ambizioso per quanto riguarda l’impegno economico necessario in fase di avvio, ma l’università di Pittsburgh ha condotto uno studio che ha dimostrato che dal punto di vista ecologico questi lampioni sono la migliore alternativa disponibile, grazie al ciclo di vita particolarmente lungo.

12

Come frutti appesi a un albero, i LED rivolgono la loro luce dove è necessario: verso il basso, riducendo in questo modo l’inquinamento luminoso che, come affermano i biologi, disturba notevolmente la fauna selvatica notturna. È inoltre prevista l’installazione di sensori di movimento in grado di ridurre i costi e la quantità di luce erogata.
Grazie a questo nuovo progetto, dunque, Barcellona dona una nuova luce alle proprie strade, contribuendo anche al rispetto dell’ambiente, tema sempre più importante per ogni città che voglia essere contemporanea.