Fluidity-GGlab-Paulo-Flores_15

FLUIDITY – La ceramica, materiale per le città del futuro

Fluidity. La ceramica, un materiale per le città del futuro, promossa da “Tile of Spain“.

In collaborazione con l’Istituto Spagnolo per il Commercio Estero (ICEX) e l’Ufficio Economico e Commerciale dell’Ambasciata di Spagna a Milano, interpreta le molteplici possibilità che la ceramica offre agli architetti più innovativi e creativi per la progettazione sostenibile delle città moderne.

Fluidity-GGlab-Paulo-Flores_16

Gli architetti dello studio GGlab + Paulo Flores hanno progettato “Fluidity” con l’intento di farsi interpreti delle necessità della società globale contemporanea, richiedente una maggiore continuità tra spazio pubblico e privato, tra spazi interni ed esterni, da cui nascano nuove sinergie, spazi urbani più dinamici e un miglior rapporto tra le città e gli abitanti.

Fluidity-GGlab-Paulo-Flores_35

Fluidity utilizza le caratteristiche della ceramica per dare una risposta a tali esigenze, dando vita a elementi urbani caratterizzati da una doppia pelle, ovvero da un lato esteriore, composto da elementi che decontamina l’aria, che si ricongiunge a quello interiore, costituito da tubi di ceramica estrosa. Il pavimento si piega formando delle onde che si muovono in sinergia con i vari strati della pelle. Muri, soffitti e pavimenti interagiscono tra loro. Lo spazio pubblico del futuro è uno spazio vario, composto da elementi che interagiscono tra loro grazie all’uso di materiali diversificati e all’impiego di vari sistemi costruttivi, creando progetti con funzioni poliedriche.

Fluidity-GGlab-Paulo-Flores-600x264

Fluidity è stato realizzato con: Ceracasa: BIONICTILE.

Questa ceramica è in grado di decontaminare l’aria nei centri urbani, grazie a uno smalto brevettato che riduce l’ossido di azoto in nitrati innocui, senza richiedere l’apporto di alcuna fonte energetica diversa dall’energia solare. I test effettuati presso l’istituto di Tecnologia Chimica del Politecnico di Valencia (Spagna) e presso il Centro di Studi ambientali del Mediterraneo hanno fornito dati importanti. Un metro quadrato di BIONICTILE by Ceracasa è un grado di decontaminare circa 25,09 microgrammi di Nox/h di aria inquinata. Questo prodotto è già stato utilizzato in diversi progetti di architettura come il Palazzo dello Sport di Castellón e in varie facciate di edifici di Errekalde e Madrid. BIONICTICLE ha ricevuto oltre 10 premi internazionali.

Il progetto, inoltre, è stato concepito per durare nel tempo: Fluidity non vuole infatti essere un’installazione effimera realizzata per quest’unica occasione.

Dopo l’esposizione al MADE expo, l’installazione si sposterà a Valencia per la prossima edizione di Cevisama (Fiera Internazionale della ceramica e dell’arredo bagno) per poi essere donata a un’istituzione o a un ente. Il curatore dell’installazione è José Ramón Tramoyeres, giovane architetto valenciano co-fondatore dello studio di architettura Green Geometries Laboratory (Gglab) e responsabile dell’installazione di Tile of Spain “Campos de arroz” perla Biennale di Architettura di Pechino 2010.

(Fabiana Cambiaso – Università La Sapienza Roma)