architect@work home

ARCHITECT@ WORK: in scena architettura e rinnovabilità

Dopo il successo della prima edizione, ARCHITECT@WORK torna al MiCo, Milano Congressi, il 25 e 26 novembre, con la partnership dell’Ordine e Fondazione dell’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Milano. La nuova edizione affronta il tema della rinnovabilità, un aspetto di fondamentale importanza sia in ambito architettonico che di produzione industriale, per far fronte alle normative comunitarie sempre più orientate alla salvaguardia e al recupero delle risorse naturali e alla valorizzazione delle risorse recuperate dai prodotti.

Il tema sarà trattato con vari seminari per i quali verranno riconosciuti crediti formativi. Dal programma di mercoledì 25 segnaliamo “Economia circolare e rinnovabilità dei materiali per l’architettura e il design”, dell’Architetto Marco Capellini (Matrec). Interessante anche il seminario “Floating town”, tenuto dall’Architetto Dante O. Benini (Dante O. Benini & Partners): presentando il progetto Globe Town, una nuova città che sarà costruita sulle sponde del fiume Volga, l’architetto spiegherà come l’esistenza dell’acqua, il riciclo dei raggi del sole e l’utilizzo di materiali ecologici possano diventare fonte catalizzante per la base della progettazione.

Giovedì 26 l’Architetto Enrico Vianello (tamassociati) presenterà il progetto del centro pediatrico di Emergency a Port Sudan (Africa), affrontando il tema “Giardini nel deserto”: concepire e costruire questo edificio passivo ha significato affrontare la scommessa di far convivere sanità ed ecologia, una delle sfide per Africa (e non solo) del nuovo millennio. Michele Brunello e Marco Brega (DONTSTOP architettura) durante “Be Water. Sperimentazioni tra architettura e urbanistica” presenteranno progetti, recentemente ultimati, che hanno utilizzato gli elementi naturali come nuova risorsa energetica, estetica e finanziaria dell’architettura, ad esempio la nuova palestra di Appiano Gentile per FC Internazionale.

In programma anche la galleria fotografica RE-ARCHITECTURE, a cura del Pavillon de l’Arsenal, (centro di informazione, documentazione ed esposizione per l’Urbanistica e l’Architettura di Parigi), che mostra 30 progetti di re-integrazione in tutta Europa, installazioni artistiche, e una nuova e interessante mostra di materiali curata dal MATREC, intitolata RENEWABILITY. È la prima mostra ad affrontare il tema della rinnovabilità e circolarità dei materiali per nuove soluzioni progettuali in architettura e design. Canapa, sughero, caffè, legno, bambù, juta lana, cotone e altri materiali saranno i protagonisti di questa panoramica, presentati attraverso pannelli isolanti, pavimentazioni, rifiniture, elementi di arredo, per mostrare una serie di soluzioni materiche innovative che si contraddistinguono per rinnovabilità e sostenibilità.

Per il programma completo clicca qui