cersaie

CERSAIE 2014 – La speranza riparte anche dal… bagno

Print  Arredobagno e ceramica: aspettando Cersaie 2014, ecco qualche dato ottimista sul trend di crescita del mercato.

Pochissimi giorni al via del Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno: Cersaie accoglierà professionisti e appassionati di tutto il mondo dal 22 al 26 settembre 2014 presso la fiera di Bologna. I numeri fanno ben sperare: la superficie espositiva è stata infatti prenotata quasi nella sua interezza già a partire dall’inizio dell’anno, da aziende tanto nazionali quanto internazionali.

I dati registrati dal mercato dell’arredo bagno nel primo quadrimestre 2014 sembrano spiegare questo atteggiamento positivo e ottimista di aziende e operatori. Si sono infatti registrati alcuni lievi ma significativi segnali di ripresa che lasciano ben sperare per l’annata 2015. A voler tradurre la situazione con le emblematiche parole Gianluca Marvelli, potremmo dire che nell’ambito del mondo dell’arredo e dell’architettura italiani «la speranza riparte anche dal Bagno […]. C’è un’atmosfera più positiva, c’è voglia di fare»; questo è quanto affermava la scorsa primavera il presidente uscente di Assobagno sulla scia del prestigioso Salone del Mobile di Milano. Visione peraltro ampiamente condivisa dalle prime dichiarazioni pubbliche del suo successore, Mauro Guzzini, eletto lo scorso giugno 2014: «in realtà già nell’ultimo trimestre dello scorso anno si notavano queste tendenze [positive]». A rincarare la dose di fiducia e positività, le parole con cui Marvelli ha sancito il passaggio di testimone non lasciano spazio a dubbi di sorta: «Vediamo, finalmente, i primi segnali di ripresa. Un segnale debole ma importante perché segna la prima inversione di tendenza dopo tanto tempo. Legata in parte agli effetti del bonus sugli arredi, ma anche a una ritrovata fiducia da parte dei consumatori».

 

Sono innanzitutto i mercati esteri a rappresentare la maggiore spinta in direzione della ripresa (ma anche a livello nazionale i numeri cominciano lentamente a crescere). Non a caso, strategie e innovazioni nell’ambito export rappresentano il fulcro del programma presentato da Guzzini per il rilancio di Assobagno e del mercato in cui opera, così come l’ideazione di sistemi innovativi per facilitare l’accesso al credito e il sostegno dell’e-commerce visto come nuovo e alternativo canale di vendita. L’aspetto principale da promuovere e su cui lavorare profondamente è l’internazionalizzazione delle imprese italiane, apparentemente capo saldo di questa delicata fase di ripresa.

 

Una fase certamente delicata ma fortunatamente sostenuta, in parallelo, anche dal settore ceramica. Risalgono a qualche tempo fa i numeri rilasciati da Ceramics of Italy, marchio istituzionale impegnato nella promozione dell’industria ceramica Made in Italy nel mondo, nel cui portale si legge che la sala da bagno (spazio per eccellenza per la cura di sé) raccoglie costantemente un buon livello di interesse da parte dei consumatori italiani. Addirittura, nei prossimi tre anni la maggioranza (26,4%) degli individui che intendono avviare lavori di ristrutturazione pensa proprio al bagno (peraltro, più in generale, è prevista una buna crescita degli interventi volti proprio a ristrutturare casa).

 

In tale contesto, Cersaie rappresenta per le aziende al servizio di architetti, progettisti e designer, come può essere DSG Ceramiche, un momento quantomai ideale per relazionarsi con il mercato estero e italiano nello stesso spazio e tempo; al Salone presenzieranno infatti oltre 100.000 visitatori da 157 paesi e oltre 300 espositori esteri. Così, nell’ambito del fervore previsto a Bologna dal 22 al 26 settembre e del trend di mercato che lascia sperare in un 2015 in crescita, l’azienda specializzata in lastre in gres porcellanato porterà in anteprima la nuova collezione Light – Bianco in Architettura: un colore puro e superfici strutturate con grandi formati. La cinque giorni sarà inoltre lo spazio perfetto per dialogare direttamente con un target estero contraddistinto da un mood deciso, come può essere la Russia (ad oggi importantissimo riferimento per l’esportazione del Made in Italy), attraverso la Luxury Room: un progetto dedicato alla decorazione d’interni tra lusso, stile ed eleganza, il cui fulcro sarà la nuova collezione Luci di Venezia che riproduce arte, poesia e luce della città lagunare sulle superfici colorate in fine gres Krea.

 

Qui sono disponibili le texture 3D di DSG.