EnergyX

Energy X. Case prefabbricate ecosostenibili

A Merano, provincia di Bolzano, è stato presentato un nuovo concetto di edificio prefabbricato, capace di assicurare e che invogli i futuri investitori a puntare su questa tecnologia consolidata nel nord dell’europa.nuovi standard di vita per la vita degli ambienti interni

La nuova casa Energy X, si fa portavoce dell’esperienza accumulata dai tecnici e progettisti Hartl Haus nel campo delle abitazioni prefabbricate e degli edifici “ecologici” distinguendosi inoltre, per una grande cura dei dettagli, sia interni che esterni, distribuiti in 164 mq su due piani abitabili caratterizzati da una grande luminosità. Al piano terra la zona living, un ampio soggiorno e cucina open space. Il piano superiore è adibito all’area intima della casa, con zona notte caratterizzata da più stanze e da una passerella in legno che da accesso al balcone. La copertura è di tipo a piano inclinato, con un’angolazione di 7°.

energy x4

energy x2

energy x3

Energy X è frutto di un lavoro del reparto Ricerca e Sviluppo interno all’azienda, che ha portato alla registrazione di numerosi brevetti internazionali, utilizzati per la costruzione. Le pareti sono del tipo Power Therm, costruite con pannelli in fibra di gesso biologici, affiancate da pareti passive che si compongono di materiali edili locali come legno, gesso e lana di roccia. L’involucro edilizio così ottenuto garantisce un isolamento termico avanzato, contenuto in un pacchetto tecnologico di soli 4,5 cm di spessore (valore U: 0,1 W/m2K).

energy x

La nuova abitazione prefabbricata rientra in un range di valori energetici equivalenti ad una classe energetica CasaClima A (15 kWh/m2a). Nasce quindi dalla consapevolezza di poter unire tre campi della ricerca in un’unica architettura: l’utilizzo di materiali naturali e rinnovabili; lo studio di architetture capaci di sfruttare le risorse naturali offerte dal territorio; l’uso di tecnologie all’avanguardia per il risparmio energetico.

L’impiego del legno modulare, oltre che la riduzione dei ponti termici, garantisce il massimo risparmio energetico, unito ad una riduzione complessiva delle emissioni di CO2 pari a circa 25 tonnellate rispetto agli edifici in costruzione massiccia. Le aperture e le finestre utilizzate per la costruzione di Energy X sono di ultima generazione, altamente performanti e in grado di garantire un bilancio energetico ottimale, integrando al loro interno un sistema di oscuramento attivabile.

Tra i sistemi utilizzati a favore oltre il legno, depurazione e umidificazione assicurate da una turbina alimentata ad energia solare; stufa a pellet con sistema di accensione elettronica, per il riscaldamento degli ambienti interni; pannelli solari che garantiscono la produzione di acqua calda e l’immagazzinamento di una certa quantità per uso igienico.

(Fabiana Cambiaso, Università La Sapienza)

www.hartlhaus.it