masdar23x1100

Masdar City, prima città sostenibile

Deserto, cuore degli Emirati Arabi. Poco più in là c’è la grande metropoli Abu Dhabi. Qui è in cantiere la prima città al mondo interamente progettata con energie rinnovabili. Si chiama Masdar City – “città sorgente” – ed è un progetto della società Masdar, colosso delle energie rinnovabili.

masdar_plaza_lava_04

 

Pensata proprio come una ‘sorgente’ di energie alternative, che permettano all’intera città di autoalimentarsi e rendere la produzione dei rifiuti quasi uguale a zero, Masdar City project  dovrebbe essere completata nel 2020 con un budget che al momento si aggira intorno ai 22 miliardi di dollari.

Un progetto di tale portata non poteva che nascere in un luogo come gli Emirati Arabi dove un investimento economico simile può diventare realtà. Qui, infatti, la sperimentazione è la parola d’ordine: lo è stato per le grandi città come Dubai e Abu Dhabi, allora paladine di ideali socio-economici differenti, e oggi diventata terreno fertile per la sostenibilità, sebbene il progetto non ispiri tutta la sostenibilità di cui si fa portavoce.

masdar26x1100

 

Ogni consumo verrà portato ai minimi, ad esempio gli edifici saranno posizionati in modo da ricevere il vento dal mare e catturare il calore trasformandolo in energia termica utile per raffreddare. Se si pensa che ad Abu Dhabi in estate la maggior parte dell’energia va nell’aria condizionata, di certo l’approccio di Masdar City è differente.

Sviluppata secondo la forma di un quadrato perfetto, sarà circondata da una cinta muraria che arriverà addirittura ad impedire l’accesso di qualsiasi mezzo di trasporto esterno alla città. Anche il trasporto interno sarà green: oltre a corsie per pedoni e biciclette, grazie al Personal Rapid Transit, il taxi elettrico che si muoverà su magneti nascosti nell’asfalto, privi di conducente e con una velocità massima di 40 km/h).

masdar5

 

Pannelli solari, centrale fotovoltaica di 21 ettari poco distante le mura della città, grandi strutture dotate di cellule fotovoltaiche per assorbire calore e luce e per offrire ombra. Torre del vento che rinfresca la temperature delle strade, una grande centrale eolica con 1.200 pali in fibra di carbonio, falde sotterranee per l’acqua…insomma, Masdar City è la summa di come dovrebbe essere, almeno sulla carta, la città perfetta, la città del futuro.

Un’unione di tecnologie a impatto zero e applicazioni all’avanguardia che fanno di questo progetto una sorta di esperimento, una prova, un campo di ricerca, un prototipo che però, al momento almeno, possono permettersi solo gli Emirati Arabi. Che funzioni come ispirazione? Come punto di partenza per trasformare le nostre città in smart city? La sfida probabilmente potrebbe essere più difficile se si scegliesse di intervenire con budget completamente differenti su scala decisamente ridotta e soprattutto pre-esistente.