Email:


Password :






Facebook Login

Vuoi registrarti? clicca qui

Perché dovrei registrarmi e perchè è gratis?
I servizi Syncronia sono gratuiti perché sponsorizzati dai produttori Partners. E ricevere informazioni dalle Aziende - e non pubblicità - resta una tua scelta facoltativa. Registrandoti avrai immediato accesso ai seguenti servizi gratuiti:
  • Creazione di una tua area web in cui pubblicare i tuoi progetti. Le pagine saranno indicizzate sui motori di ricerca per professione e località.
  • Pubblicazione di tuoi annunci per oggetti d'Arte/Design e Immobili
  • Download delle librerie 3D e di tutti gli strumenti utili a progettare

Categorie prodotti e files disponibili

Interior design Design
I progettisti, modelli architettura progetto rendering 3d texture su Syncronia Progetto architettura "casa dova", realizzato da Alessandro Marchelli

"Casa DOVA"

Visualizzazioni: 4957

Il centro storico, una via pedonale, una palazzina del ‘700, pietre, corte interna, abitazioni di ringhiera ... questa è “Casa DOVA”.

Si trasforma, mantenendo inalterata la struttura architettonica, prende vita la nuovissima veste. Caratterizzandosi in una miscellanea di emozioni.

Un corridoio austero si trasforma accompagnando l’ingresso in “Casa Dova” in un percorso “sensoriale”, costruito sulla base della provocazione latente delle suggestioni, che esiste in ognuno di noi. Smuovendo, in una cornice quasi asettica, ovattata, conturbante, dalle forme assolutamente volute non regolari, un turbinio di ricordi, pensieri, gesti, forse dimenticati ma sempre presenti. Giocando, prendendo quasi in giro l’individuo, con la luce che illumina, ma che non da punti di riferimento. Plasmando, con materiali innovativi, tecnologicamente perfetti e perfettamente integrati, immagini di una “antica” e bella Nizza.

Le scale che ritornano alla loro bellezza naturale. Mettendo in risalto la pietra originaria dei gradini. Pavimenti che si rianimano nei colori caldi del bronzo ossidato, le murature risanate che riacquistano il loro splendore antico con peculiari effetti di lavorazioni ormai scomparse. Volte a crociera di un tempo che ritrovano la luce. Nuovi soffitti che sembrano nascere dal nulla rimanendo sospesi nel vuoto delle scale, avvolti da quel minuscolo mistero di imbarazzo delle curve modellate e plasmate con fasci di luce quasi a sostenere le volute, rendendo lo scenario ancora più scenografico. Piccoli elementi ormai nascosti da troppi interventi senza logica, riemergono fieri. Apportando con i loro segni quell’architettura straordinaria che “Maestri” hanno tramandato e, che, oggi ritrovano, mettendoli in risalto, la loro giovinezza. Abbinando l’antico splendore con la conoscenza, la tecnica e l’utopia di emozionare quello, che una volta era magnifica manualità, in una sorprendente cornice di modernità “antica” e unica.

Photo by Rino Duino & Michele Rubino

The historic center, a pedestrian street, a building of 700 stones, courtyard, houses of Railing ... This is "House DOVA".

Turns, while maintaining the architectural structure, comes alive as the newest. Characterized in a mixture of emotions.

An austere corridor turns accompanying the entry in "House Dova" a path "sensory", built on the basis of provocation of latent impressions, which exist in all of us. Stirring up, in a setting almost sterile, muffled, disturbing, absolutely took irregular shapes, a whirlwind of memories, thoughts, gestures, perhaps forgotten but always present. Playing, taking almost around the individual, with the light that enlightens, but not as points of reference. Molding, with innovative materials, technologically perfect and perfectly integrated, images of "old" Nizza and beautiful.

The stairs are returning to their natural beauty. Highlighting the original stone steps. Floors that come to life in warm colors of oxidized bronze, the walls healed that regained their ancient splendor with special effects working now disappeared. Vaults of the past that found the light. New ceilings that seem to spring from nothing remained suspended in the void of the stairs, wrapped in that tiny mystery of embarrassment curves modeled and shaped beam of light as if to support desired, making the scenery even more spectacular. Small elements of the now hidden by too many interventions without logic, emerge proud. Bringing with them extraordinary signs that architecture "Masters" have passed and that now find themselves, putting them into prominence, their youth. Combining the original splendor with the knowledge, technique and the utopia of the emotions, that was once wonderful dexterity, in a surprising setting of modernity "old" and unique.

Photo by Rino Duino & Michele Rubino

Photogallery progetto "Casa DOVA"

Progetto architettura "casa dova" realizzato da Alessandro MarchelliProgetto architettura "casa dova" realizzato da Alessandro MarchelliProgetto architettura "casa dova" realizzato da Alessandro MarchelliProgetto architettura "casa dova" realizzato da Alessandro MarchelliProgetto architettura "casa dova" realizzato da Alessandro MarchelliProgetto architettura "casa dova" realizzato da Alessandro MarchelliProgetto architettura "casa dova" realizzato da Alessandro MarchelliProgetto architettura "casa dova" realizzato da Alessandro MarchelliProgetto architettura "casa dova" realizzato da Alessandro MarchelliProgetto architettura "casa dova" realizzato da Alessandro MarchelliProgetto architettura "casa dova" realizzato da Alessandro MarchelliProgetto architettura "casa dova" realizzato da Alessandro Marchelli