Email:


Password :






Facebook Login

Vuoi registrarti? clicca qui

Perché dovrei registrarmi e perchè è gratis?
I servizi Syncronia sono gratuiti perché sponsorizzati dai produttori Partners. E ricevere informazioni dalle Aziende - e non pubblicità - resta una tua scelta facoltativa. Registrandoti avrai immediato accesso ai seguenti servizi gratuiti:
  • Creazione di una tua area web in cui pubblicare i tuoi progetti. Le pagine saranno indicizzate sui motori di ricerca per professione e località.
  • Pubblicazione di tuoi annunci per oggetti d'Arte/Design e Immobili
  • Download delle librerie 3D e di tutti gli strumenti utili a progettare

Categorie prodotti e files disponibili

Outdoor Architecture Urban
I progettisti, modelli architettura progetto rendering 3d texture su Syncronia Progetto architettura concorso di idee scuola primaria e secondaria "padova", realizzato da rita martelluzzi

CONCORSO DI IDEE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA "PADOVA"

Visualizzazioni: 3433

RELAZIONE TECNICA

Nella progettazione del tema in concorso,si è tenuto conto dell’esigenza di progettare per stralci funzionali,come richiesto dal bando,senza legare eccessivamente le opere da realizzare le une alle altre,ma senza mai perdere di vista l’esigenza di dotare il territorio di un complesso ove le funzioni si possano incastrare tra loro, dando la consapevolezza ai futuri utilizzatori ,di trovarsi all’interno di episodi, che non devono apparire come estemporanei,ma perfettamente integrati,anche se la loro realizzazione avvenisse in tempi differenti,in maniera da evitare quello che a volte si verifica in opere grandi come quella in oggetto,la perdita di identità del luogo. Ogni organismo funzionale,ha quindi un proprio spazio ben identificabile,ed ogni singolo edificio avrà una funzione autonoma,che non vincola in alcun modo la realizzazione delle altre opere previste,ma che rimane collegato alle stesse attraverso dei collegamenti.
La proposta progettuale ha inteso l’area in oggetto come “l’isola per l’istruzione e lo sport ”, di grande aspettativa di chi popola il capoluogo e la frazione di Vanzo e per chi si insedierà nelle nuove residenze programmate. Particolare attenzione è stata posta nel ricucire la realtà del tessuto urbano,con primo obiettivo di migliorare la qualità di vita complessiva dell’area.
Un sistema di percorsi pedonali, ciclabili e carrabili, con accesso diretto dall’esterno, rendono l’ipotesi progettuale funzionale e di alta permeabilità, tenendo in considerazione la fruizione di tutti potenziali utenti,sia diretti che indiretti.
Particolare attenzione è stata posta nei confronti di chi “diversamente abile” voglia raggiungere i luoghi desiderati in maniera rapida ed agevole.L’accessibilità ai luoghi ha voluto privilegiare il pedone ed il ciclista rispetto all’automobilista, il quale, tramite un numero considerevole di posti auto, può parcheggiare l’auto ed avere accesso all’area in maniera rapida e funzionale.(vedi render sottostante)
Il centro urbano: la scuola come spazio urbano e come edificio pubblico aperto: la flessibilità all'uso extrascolastico è molto importante ed è una giusta indicazione e richiesta del bando di concorso: la scuola oggi e in futuro sarà sempre più oltre che luogo dedicato all'insegnamento anche un luogo di incontro, di ritrovo, di festa e di cultura; le attrezzature e gli spazi interni ed esterni verranno utilizzati dai bambini ma anche dai ragazzi e dagli adulti: -palestra, mensa, anfiteatro sono insieme con il verde attrezzato, pensati anche come spazi di tutti i cittadini.

Analizzando le realtà urbanistico-strutturali esistenti, la proposta progettuale si pone caso per caso, cercando di risolvere tutte le possibili problematiche che il luogo evidenzia.
L’area destinata per lo sport ed il tempo libero è stata collocata in posizione baricentrica, ciò fa sì che tutti gli utenti o possibili fruitori, raggiungano i luoghi in esame in tempi brevi, rendendo agevole e comodo l’accesso in qualsiasi orario e, senza che questi possano essere di intralcio o di disturbo alle attività didattiche.
Il progetto comprende una scuola dell'infanzia, una scuola primaria compreso la mensa, una scuola secondaria di primo grado compresa la mensa, una palestra e le rispettive aree esterne di pertinenza, nonchè la riqualificazione paesaggistica del contesto territoriale nel quale si inserisce l'intervento.
Il sistema degli accessi e dei percorsi permette di rendere fruibili separatamente tutti gli spazi; il progetto prevede che tutto il complesso sia variabilmente utilizzabile sia come sistema di percorsi, come piazza anfiteatro, ma anche con parti di edificio autonomamente utilizzabili senza interferire con le parti specificatamente didattiche. Dalla piazza anfiteatro o dall’ampio parcheggio che funge anche da piazza, dove i genitori possono aspettare i bambini ritrovandosi al sicuro del traffico.
- L’intervento in oggetto è pensato e progettato in relazione alle attuali esigenze della popolazione scolastica, con particolare attenzione alle necessità di fornire agli alunni adeguati spazi didattici con funzioni di completamento che diano all’intero polo le caratteristiche di interfunzionalità e vita autonoma. Le scelte progettuali tendono a realizzare tre organismi autonomi con una elevata capacità di relazionarsi tra loro, sia per ciò che concerne l’aspetto estetico formale che per quanto riguarda l’esercizio.
- L’intervento sarà realizzato utilizzando sistemi costruttivi, impianti e tecnologie che hanno come caratteristica l’economicità, alti requisiti prestazionali e limitate necessità manutentive al fine di avere costi di esercizio limitati nel tempo. La strategia di basso consumo conseguita si e data l’obbiettivo, in estrema sintesi, di limitare la dipendenza dell’edificio dagli impianti e favorirne il comportamento spontaneo. Per questa ragione, si e lavorato affinchè l’organismo edilizio, ed in particolare il suo involucro, potesse essere in grado di filtrare efficacemente le forzanti climatiche esterne e garantire i livelli attesi di comfort interno con un dispendio energetico minimo. Tale capacita e stata, nello specifico del progetto, conseguita sia con accorgimenti passivi (orientamento dell’edificio, isolamento termico). L’utilizzo delle ampie vetrate permette il guadagno diretto sui fronti Sud-Est: tale scelta, favorisce contemporaneamente la riduzione dei consumi energetici per il riscaldamento e la limitazione dell’uso dell’illuminazione artificiale, a favore di quella naturale.. Al fine di limitare il fabbisogno energetico e i costi di esercizio sulle coperture possono essere installati pannelli fotovoltaici che integreranno i tradizionali sistemi di adduzione energetica. Tutte le superfici saranno trattate con materiali con elevate caratteristiche di sicurezza ed igiene, prediligendo materiali naturali processi di lavorazione tradizionali. Le funzioni secondarie:- Per funzioni secondarie si intendono quelle attività che sono caratteristiche della formazione dello scolaro ma che allo stesso tempo sono funzionali anche ai cittadini. La palestra al servizio della scuola per il suo impianto distaccato, ha una autonomia funzionale che ne consente l’utilizzo anche per attività non legate alla didattica, divenendo cosi struttura al servizio della comunità integrata nel sistema campus.

DESCRIZIONE DEL PROGETTO
Nel dettaglio l’intervento prevede la realizzazione della Scuola Materna di 6 sezioni ad un unico livello di forma semicircolare, secondo le esigenze funzionali. Disposto il blocco della materna (per tutte e 6 le sezioni) ha un andamento favorevole solare, godendo della luce naturale e dell’apporto solare in tutte le stagioni. A servizio delle sezioni, sempre per attività libere, ci sarà la possibilità di avere delle zone verdi all’aperto, divisi da setti colorati. I setti colorati e il gioco delle finestre colorate,visto con gl’occhi e la mente infantile di un bambino,deve attirare la sua attenzione e deve essere un elemento in più per creare ambienti piacevoli e luminosi.
Gli assi distributivi che connettono i vari spazi della scuola,sono distinti su un lato nei blocchi delle sezioni e sull’altro nei locali di servizio e nelle aule complementari. Si è pensato di creare questi spazi semiaperti in modo tale di dare ai bambini il senso di libertà , non chiusi nei cortili piccoli. Le attività pratiche si dispongono, come i servizi igienici e gli spogliatoi, a completamento di ognuna delle 6 aule, garantendo un utilizzo ottimale e il rispetto della normativa vigente. separate tra di loro; lo spazio per attività ordinate sarà diviso per ciascuna sezione, così come lo spazio per quelle pratiche.

L’accesso principale della scuola materna è un fronte chiuso sul versante anfiteatro e accoglie l’atrio di ingresso rivolto verso un ampio spazio per attività libere collettive,Come si può notare dalla foto dell’atrio, si è pensato di creare degli elementi colorati (colonne) che hanno anche una valenza statico-strutturale.

Uno dei criteri principali sul quale è stato fondato il progetto è quello della stimolazione sensoriale che il bambino riceve dall’ambiente in cui vive infatti questo gioca un ruolo essenziale nel suo sviluppo psicologico e sensoriale. E’ stato quindi concepito uno spazio come vero e proprio elemento di fondazione educativa sulla linea di tutte le teorie pedagogiche e psicologiche legate all’infanzia. Perciò un progetto di spazi didattici, affacciati sulla natura ed interrelati con questa, da dove si possa percepire visivamente il variare delle stagioni, da dove si possa facilmente accedere all’ambiente paesaggistico ed ai luoghi di gioco all’aperto.

SCUOLA PRIMARIA Un complesso scolastico disposto su due piani, con 10 aule didattiche, un’aula specialistica e polifunzionale, il tutto dotato di adeguati servizi igienici.. L’intero impianto sarà immerso nel verde e dotato di spazi all’aperto, pavimentati, attrezzabili con giochi ludico-ricreativi. Il progetto è stato concepito all’insegna della sicurezza e del rispetto delle severe norme di settore. Nello specifico si prevede il rispetto dell’intero stabile alle leggi sulla sicurezza antisismica, antincendio, per il superamento delle barriere architettoniche senza tralasciare l’impiantistica specialistica ed il risparmio energetico e gestionale. Sempre per soddisfare questioni normative, nell’edificio è prevista la realizzazione di un vano scale interno, un ascensore ed una uscita di emergenza che da sulle gradinate dell’anfiteatro. Il progetto, prevede la realizzazione di un edificio scolastico moderno e razionale, concepito per una popolazione scolastica che va dai 5 agli 11 anni circa, che tiene conto delle nuove concezioni della riforma scolastica e delle evoluzioni della didattica moderna. Il complesso scolastico è stato pensato come una grande scuola in cui lo studente passa gran parte della sua giornata e quindi della sua esistenza infantile. Il progetto prevede quindi l’introduzione – oltre alle classiche 10 aule didattiche, posizionate 5 al piano terra e 5 al primo piano, di spazi interdisciplinari e di aggregazione, nonché spazi ludico ricreativi, posizionati sia fuori che dentro la scuola. Distributivamente il complesso scolastico è stato previsto su due livelli, piano terra e piano primo, collegati internamente da un ampio vano scala, un ascensore . Al piano terra: L’edificio è stato concepito con 5 aule didattiche,un’aula polifunzionale un’aula per uffici amministrativi e relativi servizi igienici, accessibili anche da portatori di handicap, il primo piano è dotato di 5 aule didattiche,di servizi igienici e della mensa con un locale di sporzionamento che viene servito attraverso un locale montacarichi ubicato al piano terra comprensivo anche di servizi e spogliatoi per il personale addetto. Da premettere che il locale mensa sarà al servizio anche della scuola secondaria,sarà caratterizzato da pareti mobili al fine di dividere le esigenze delle due scuole.

Le classi della scuola primaria e la mensa sono state trattate con superfici vetrate rivolte a sud-ovest. Le aule e la mensa si aprono a sud-ovest sfruttando la luce solare nei periodi più freddi. Massima attenzione, è stata prestata all’orientamento delle aule, in maniera da ottimizzare gli apporti gratuiti di luce solare.

SCUOLA SECONDARIA DI 1°GRADO Un complesso scolastico disposto su due piani, con6 aule didattiche, un’aula specialistica e polifunzionale, il tutto dotato di adeguati servizi igienici.. L’intero impianto sarà immerso nel verde e dotato di spazi all’aperto, pavimentati, attrezzabili con giochi ludico-ricreativi. Il progetto è stato concepito all’insegna della sicurezza e del rispetto delle severe norme di settore. Nello specifico si prevede il rispetto dell’intero stabile alle leggi sulla sicurezza antisismica, antincendio, per il superamento delle barriere architettoniche senza tralasciare l’impiantistica specialistica ed il risparmio energetico e gestionale. Sempre per soddisfare questioni normative, nell’edificio è prevista la realizzazione di un vano scale interno, un ascensore ed una uscita di emergenza che da sulle gradinate dell’anfiteatro. Il progetto, prevede la realizzazione di un edificio scolastico moderno e razionale, concepito per una popolazione scolastica che va dai 10 agli 13 anni circa, che tiene conto delle nuove concezioni della riforma scolastica e delle evoluzioni della didattica moderna. Il complesso scolastico è stato pensato come una grande scuola in cui lo studente passa gran parte della sua giornata. Il progetto prevede quindi l’introduzione ,oltre alle classiche 6 aule didattiche, posizionate3 al piano terra e 3 al primo piano, di numerosissimi spazi interdisciplinari e di aggregazione, nonché spazi ludico ricreativi, posizionati sia fuori che dentro la scuola. Distributivamente il complesso scolastico è stato previsto su due livelli, piano terra e piano primo, collegati internamente da un ampio vano scala, un ascensore . Al piano terra: L’edificio è stato concepito con 3 aule didattiche,un’aula polifunzionale un’aula per uffici amministrativi e relativi servizi igienici, accessibili anche da portatori di handicap, il primo piano è dotato di 3 aule didattiche,di servizi igienici e della mensa con un locale di sporzionamento che viene servito attraverso un locale montacarichi ubicato al piano terra comprensivo anche di servizi e spogliatoi per il personale addetto.

E’ da sottolineare inoltre la grande importanza che hanno i larghi corridoi delle due scuole,che oltre ad essere dotati di armadi guardaroba disposti centralmente,come se fungessero da spartitraffico pedonale, approfittando delle gradinate dell’anfiteatro,che sono a ridosso dei corridoi,possiamo disporre e utilizzare il sotto delle gradinate per l’ubicazione di locali per archivi e magazzini,e nelle due testate principali sempre nella parte sottostante le gradinate, ubicare i vani tecnici in modo tale da avere un la porta tagliafuoco che da all’esterno degli edifici.

PALESTRA
La palestra è posizionata quasi a ridosso degli impianti sportivi esistenti,continuità e collegamento con le due scuole avviene tramite una passerella coperta,creando,come si può evincere dagli elaborati grafici, un ampio anfiteatro che funge da fulcro a tutto il complesso scolastico.
Per quanto riguarda l’organizzazione della palestra, è stata pensata per contenere 500 spettatori, con due spogliatoi per atleti, ed uno per arbitri, sala attrezzi, infermeria, bagni spettatori,locale tecnico,magazzini ed un secondo livello che è ubicato sopra al bar e sala ristoro,ove è prevista una sala riunione e sala stampa.
La palestra ha un accesso principale in vetrata strutturale orientato gli impianti sportivi esistenti, e due accessi simmetrici relativi alla scuola primaria e secondaria.
Gli atleti inoltre possono entrare negli spogliatoi, dalla piazza anfiteatro.
La struttura portante della copertura è stata pensata con delle travi in legno lamellare che scaricheranno su sostegni verticali in cemento armato.
La copertura è stata infatti pensata con una pendenza rivestita in alluminio aggraffato sulla quale saranno installati dei nastri fotovoltaici dei quali si dirà poi.
Le superfici esterne saranno trattate con una pelle costituita da pareti ventilate.
L’anfiteatro che ha una capacità di posti a sedere di circa mille persone,assume una valenza molto importante nell’ambito di tutto il complesso scolastico,sarà un punto di riferimento importante per tutto il territorio,dove si potranno sviluppare manifestazioni di carattere sportivo,ricreativo,musicale,mostre all’aperto ecc.

ENERGIA
– Un progetto ambizioso e moderno non può certo prescindere dalla massima attenzione da prestare all’ecocompatibilità in termini di integrazione con l’ambiente circostante, di costumi e contenimenti energetici, e di ottimizzazione delle risorse naturali, se per di più in oggetto c’è la realizzazione di luoghi per l’istruzione. Gli edifici quindi si aprono a sud-ovest, sfruttando la luce solare nei periodi più freddi, si proteggono e si chiudono a nord ove le aperture sono presenti per il minimo indispensabile o sono trattate come pareti ventilate .Per quanto riguarda l’assolvimento alla produzione propria di energia elettrica è stata prevista sulla vastissima copertura inclinata della palestra un ampia superficie di pannelli fotovoltaici,che avrà una capacità di produrre energia elettrica a tutto il complesso scolastico compresa anche l’illuminazione esterna del verde e della pista ciclabile. Quindi soluzione architettonica totalmente integrata.

MATERIALI
Relativamente alle strutture portanti e tamponature esterne si è pensato di utilizzare elementi costruttivi di nuova generazione,ad un prodotto che rientra nello spirito di quanto è richiesto dal bando, adottando criteri di maggior risparmio energetico e della “Bio Architettura.
E’ un elemento costruttivo per l’edilizia di nuova generazione,che facilita il rispetto delle nuove norme tecniche senza incrementare i costi e i tempi di realizzazione. Gli elementi sono formati da due pannelli di polistirene a marchio CE. Il sistema permette quindi di realizzare pareti armate perfettamente coibentate in regola con le più severe Normative Tecniche, garantendo elevati standard abitativi,con i seguenti benefici:elevatissimi livelli di coibentazione termica,eliminazione di ponti termici,rapidità e velocità di posa in opera,elevati livelli di sicurezza sismica e finiture di pregio.

SOLAI DI COPERTURA
Relativamente ai solai di copertura sono stati adottati pannelli autoportanti a geometria variabile e a coibentazione termica incorporata. E’ inoltre ottimizzare gli spessori posizionando tutta l’impiantistica all’interno delle cave longitudinali nei pannelli,con riduzione dello spessore all’intradosso del solaio.

Tipologie strutturali
Pannelli di sezione base
Questo tipo di solaio,presenta requisiti acustici passivi degli edifici per quel che riguarda l’indice del potere fonoisolante apparente(R’W) e l’indice del livello di rumore al calpestio (L’Nw).Adatto quindi alla tipologia che architettonica che si dovrà realizzare. I vantaggi sono molteplici: riduzione di pesi propri che vanno a gravare sulle murature e fondazioni,riduce i carichi orizzontali in caso di evento sismico,nessun ponte termico,offre la possibilità di inserimento di riscaldamenti a pavimento migliorandone le prestazioni,riduzione dei costi grazie alla sua versatilità,riduce i tempi di cantiere e migliora le condizioni di sicurezza del cantiere.

CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE
Muovendo da ciò la proposta non intende assegnare all’architettura proposta un ruolo autoreferenziale o come spesso accade viziato da una assuefazione al mondo della moda dell’architettura. Le ragioni del progetto sin qui descritte, hanno portato alla rinuncia a scelte progettuali tese alla spettacolarizzazione o autocelebrazione dell’architettura. Crediamo invece che le linee guida della progettazione descritta, possano giustificare anche la mancanza di scelte formali e materiche chiassose o incombenti così da poter limitare o quantomeno controllare i costi delle opere. Il carattere dell’architettura è volutamente puro. Dovrà suscitare curiosità e interesse per l’ordine compositivo e formale.E’ da queste premesse che l’organismo scolastico viene pensato in maniera tale da favorire i contatti fra livelli didattici continui, nonché fra didattica, servizi e spazi comuni, nel tentativo di garantire una sufficiente autonomia ai singoli nuclei e alla fattibilità del programma funzionale.

Photogallery progetto CONCORSO DI IDEE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA "PADOVA"

Progetto architettura concorso di idee scuola primaria e secondaria "padova" realizzato da rita martelluzziProgetto architettura concorso di idee scuola primaria e secondaria "padova" realizzato da rita martelluzziProgetto architettura concorso di idee scuola primaria e secondaria "padova" realizzato da rita martelluzziProgetto architettura concorso di idee scuola primaria e secondaria "padova" realizzato da rita martelluzziProgetto architettura concorso di idee scuola primaria e secondaria "padova" realizzato da rita martelluzziProgetto architettura concorso di idee scuola primaria e secondaria "padova" realizzato da rita martelluzziProgetto architettura concorso di idee scuola primaria e secondaria "padova" realizzato da rita martelluzziProgetto architettura concorso di idee scuola primaria e secondaria "padova" realizzato da rita martelluzzi