Walks of Design

New B&B Italia Designs 2018

 

atoll

 

B&B ATOLL
design by Antonio Citterio

«B&B Atoll è una collezione trasversale che riprende elementi della tradizione, come il “bolster” (cuscini a rullo), associandoli a una struttura di sostegno fine e rigorosa che si inserisce nel linguaggio contemporaneo . È trasversale perché può essere utilizzato in un numero elevato di situazioni, da quelle più formali, quando accostato alle poltrone, a quelle informali, grazie alla possibilità di avere una composizione a L con il daybed come elemento terminale.»

                                                                                                                                                                                                              Antonio Citterio

 

B&B Atoll, il nuovo sistema di sedute componibili di Antonio Citterio, il cui nome rimanda alle omonime formazioni coralline, è l’espressione ricercata di una forma estetica equilibrata e di uno stile contemporaneo deciso, allo stesso tempo estremamente elegante. Punto di partenza del sistema sono tre piattaforme di base - cm 190 e 240 con profondità cm 90, cm 130 con profondità cm 140 - che si completano con elementi bracciolo e schienale a formare tipologie diverse: divani a pozzetto, dormeuse, terminali angolari, elementi singoli oppure componibili con elementi chaise longue e pouf. Le strutture presentano linee leggere e sottili e sono applicate su sostegni alti in pressofusione con profili metallici a sottolineare la linea tra le strutture stesse e l’imbottitura; due le finiture previste, peltro e cromato nero. A dare ulteriore carattere alla proposta, un elemento di appoggio da orchestrare a piacere: un cuscino a rullo in due dimensioni - cm 65 e 90 - vincolato con cinghie in pelle a una struttura in pressofusione. Un accessorio da inserire liberamente tra il cuscino sedile e la struttura di base per offrire un ulteriore sostegno e diventare a scelta un elemento bracciolo o schienale. B&B Atoll si rivela così essere un progetto dinamico, con un grado di adattamento compositivo sempre nuovo e con la possibilità di creare molteplici tipologie di sedute, da quelle relax più informali a quelle più formali, grazie anche all’utilizzo di cuscini schienale complementari.

bull

 

BULL
design by Naoto Fukasawa

«Come espresso dal nome (toro in italiano), si tratta di un tavolo con 4 sostegni che poggiano saldamente a terra. Ho disegnato un tavolo dall’ aspetto molto solido abbinandolo ad una sedia di grande eleganza, come se fossero una coppia. Insieme assomigliano proprio a
“La Bella e la Bestia”. Dopo tutto, la bestia è un tavolo davvero molto bello.»

                                                                                                                                                                                                               Naoto Fukasawa

 

Con il tavolo Bull, Naoto Fukasawa vuole trasmettere la sensazione immediata di un oggetto di grande solidità, al contempo estremamente raffinato. Una formula stilistica che fa parte del linguaggio peculiare del designer e che, nel caso di Bull, riesce a raggiungere attraverso una sottile tensione strutturale tra gli elementi: le gambe dalla generosa sezione tonda che, sebbene leggermente inclinate, danno la sensazione di essere solidamente “piantate a terra” a reggere, per contrasto, un piano sottile che appare come fosse semplicemente appoggiato sulla struttura. Disponibile in due dimensioni - cm 240 e 280 - Bull è proposto interamente in legno di rovere nelle varianti chiaro, grigio, nero e fumigato, oppure con struttura in rovere e piano in marmo nelle versioni nero Marquinia o bianco statuarietto di Carrara, entrambe con finitura opaca.

belle

 

BELLE
design by Naoto Fukasawa

«Dal sostegno dello schienale e dai braccioli di questa elegante sedia traspare il suo carattere, sottolineato dalla linea ad angolo ottuso attorno alla zona dei gomiti. Nella parte inferiore, tutte e quattro le gambe sono leggermente incurvate verso l’esterno per dare un tocco classico.
La sedia si chiama “Belle” in riferimento alla storia de “La Bella e la Bestia”.»

                                                                                                                                                                                                               Naoto Fukasawa

 

In un gioco di rimandi letterali e formali, la sedia Belle è il contraltare delicato e femminile del tavolo Bull. Dalle linee arrotondate e con il sedile imbottito rivestito in pelle, riprende il particolare della sezione tonda delle gambe del tavolo e, nello sviluppo verso il basso, inserisce una piccola curvatura che dona un tocco aggraziato. Verso l’alto le gambe si innestano nello schienale con braccioli dalla ricercata forma a «gomito». Due le soluzioni per lo schienale: legno di rovere nelle stesse varianti previste per la struttura - chiaro, grigio, nero e fumigato - oppure rivestimento in pelle, in abbinamento alla seduta, ottenuto grazie ad una particolare tecnologia produttiva.

harbor

 

HARBOR
design by Naoto Fukasawa

“È stato lavorando alla progettazione della famiglia di sedute Papilio che ho compreso che la forza iconica di B&B Italia sta nel lavorare sulla schiuma di poliuretano come massa. Da qui l’idea di scolpire una forma da questo materiale, come se stessi creando una scultura da un blocco di marmo di Carrara. Per me, B&B Italia è sinonimo di “sculture in poliuretano”.
Il nome Harbor deriva dall’idea di avere un luogo al quale fare ritorno. Volevo anche che questa seduta desse l’accogliente sensazione di avvolgere il corpo”.

                                                                                                                                                                                                               Naoto Fukasawa

 

La serie di poltrone e pouf Harbor, presentata con successo nel 2017, si arricchisce di un nuovo divano altrettanto contemporaneo e sinuoso. Un ampliamento di gamma all’insegna della continuità progettuale, frutto della ricerca di Fukasawa sulle sedute a forma di tronco di cono rovesciato. Il divano riprende in particolare la forma scultorea ed ergonomica della poltrona da conversazione raddoppiandone l’accoglienza per arrivare ad ospitare due persone. Proposto in tessuto o pelle, è dotato di una cerniera metallica a vista nella parte posteriore dello schienale che, oltre ad essere un dettaglio decorativo, permette la sfoderabilità del rivestimento.

colosseo

 

COLOSSEO
design by Naoto Fukasawa

«Come le poltrone Harbor, scavate da una massa conica capovolta, questi tavolini sono stati realizzati inizialmente con lo stesso procedimento. Tuttavia, il loro aspetto risultava troppo massiccio e pesante così ho rimosso altra materia e i suoi archi assomigliano a quelli romani del Colosseo»

 

                                                                                                                                                                                                               Naoto Fukasawa

 

Colosseo si inserisce in una categoria di prodotti di grande successo: gli accessori di servizio. Elementi di arredo che cambiano la funzione a seconda delle occasioni e delle necessità passando, nel caso di Colosseo, da tavolino a pouf. Nel progettare questo nuovo oggetto, Fukasawa è arrivato alla forma desiderata pensando ad un solido a forma di tronco di cono rovesciato alleggerito da incavi a forma di arco che ne disegnano la superficie, creando così un’assonanza con la struttura della famosa arena romana, da cui prende il nome. Realizzato in poliuretano rigido verniciato in sedici colori lucidi, Colosseo è disponibile in due dimensioni: diametro cm 40 x 45 altezza e diametro cm 50 x 55 altezza.

eda-mame

 

EDA-MAME
design by Piero Lissoni

«È come se fosse una superficie, un modello di “Möbius”. Eda-Mame è stranamente piena di curve, ti accoglie e, se vuoi, ti permette anche di bere un aperitivo, quasi fosse un tavolo imbottito.»

 

                                                                                                                                                                                                                      Piero Lissoni

 

Caratterizzato da uno sviluppo organico che si ispira alla forma del fagiolo di soia tipico della cucina orientale, Eda-Mame è un elemento di arredo di forte impatto grazie al disegno scultoreo in grado di caratterizzare lo spazio con grande incisività. Una proposta che fonde in un solo oggetto tre tipologie di seduta: con schienale alto, relax e pouf. Ed è proprio grazie alla sua natura triplice che Eda-Mame si rivela estremamente versatile nell’uso sia in ambito residenziale sia pubblico, anche per sottolineare aree co-working, di passaggio e sosta come le hall degli alberghi. Schiumato in stampo, Eda-Mame è rivestito con un tessuto elasticizzato che presenta una leggera impuntura. La base di sostegno è realizzata da traverse con piedini in tondino d’acciaio, il tutto con finitura verniciata peltro.

Jack

 

JACK
design by Michael Anastassiades

«Questo sistema di libreria è nato come esercizio di assemblaggio di tondini dello stesso diametro. Il design finale è una configurazione essenziale, che offre una struttura e una modularità ideali per adattarsi a un’ampia gamma di ambienti. Le soluzioni tecniche sono discrete e consentono
di creare composizioni adattabili ad ogni stanza. La sua disciplina deriva dalle regole strutturali utilizzate per passare da una forma a quella successiva, in un assemblaggio che dà vita a una composizione coesa.»

                                                                                                                                                                                                     Michael Anastassiades

 

Jack è il risultato della prima collaborazione tra B&B Italia e Michael Anastassiades. Noto per essere un virtuoso della luce, il designer cipriota ha progettato un sistema di libreria modulare che colpisce per il grado di perfezione tecnologica. Una sfida progettuale che, nel cercare un
linguaggio innovativo, recupera e modernizza un classico del design: la libreria da centro stanza degli anni Cinquanta, trasformata in un complemento con una struttura essenziale, ma architettonica.
L’intuizione geniale risiede nell’aver nascosto gli elementi ingegneristici di sostegno, ivi compresi quelli che reggono i piani di appoggio in laminato, all’interno di montanti verticali a sezione tonda realizzati in estruso d’alluminio e uniti da un sistema esclusivo di regolazione telescopica terra-soffitto, completamente invisibile. Il sistema viene proposto in 14 altezze, che variano da cm 219 a 323 e risolvono tutte le quote intermedie, mentre i ripiani sono previsti in due lunghezze, cm 75 e 90 con profondità cm 30. Due le finiture per montanti e ripiani per soluzioni monocolore: bianco gesso e nero, entrambi opachi.

Alanda

 

ALANDA ’18
design by Paolo Piva

Il tavolino Alanda, pezzo icona che ha inaugurato gli anni Ottanta, viene rieditato in omaggio a Paolo Piva, grande architetto e designer scomparso lo scorso anno. Classico di grande successo e complemento d’arredo vintage tra più popolari del mercato, Alanda è un oggetto di design tra i più rappresentativi di un’epoca ricca di segni stilistici forti e audaci, molto spesso in dialogo con l’architettura, di cui il design replicava in miniatura i virtuosismi. E il reticolato di Alanda, allo stesso tempo piedistallo e supporto del piano, ricorda per l’appunto un gruppo di piramidi rovesciate, una struttura geodetica che lo ha sempre caratterizzato quasi fosse un oggetto magico, catalizzatore di energia positive. Alanda ’18 è proposto con struttura in tondino d’acciaio verniciato nero lucido e piano in cristallo extralight o fumé. Due le dimensioni: cm 120 x 120 e cm 120 x 180.

 

New Maxalto Designs 2018

 

Nidus

 

NIDUS
design by Antonio Citterio

«Nidus è un divano senza braccioli, curvo, per un utilizzo formale, come seduta da conversazione.
È un prodotto di cui sentivo la mancanza nei miei progetti di interior design, pensato per ambienti di grandi dimensioni, dove esiste il bisogno di creare soggiorni con gruppi di sedute differenti. È un prodotto che si inserisce nella sperimentazione di creare divani con schienali alti, che danno un certo comfort a una seduta adatta alla socializzazione.»


                                                                                                                                                                                                                  Antonio Citterio


La collezione di imbottiti Nidus nasce con un’esigenza precisa: creare una serie di proposte formali dall’aria disinvolta, per momenti di socializzazione e conversazione in un contesto armonico e rilassato. Un obiettivo che Antonio Citterio ha raggiunto attraverso un’attenzione particolare ai dettagli strutturali quale per esempio lo sviluppo avvolgente dei divani curvi, previsti in due dimensioni. Una soluzione che, unitamente all’assenza dei braccioli e allo schienale alto, permette di coinvolgere le persone tra loro in modo inedito, fresco e vivace. Un approccio estroverso che si riflette anche nelle poltrone, divise in tre tipologie di cui solo un modello provvisto di braccioli, pensate come elementi da aggregare nello spazio in modo libero. Tutti i pezzi Nidus, oltre alla possibilità di essere corredati da un comodo poggiatesta rimovibile, presentano la caratteristica di avere i piedini rivestiti nello stesso tessuto o pelle delle sedute, con l’aggiunta di un piccolo dettaglio metallico di base che, oltre ad essere decorativo, garantisce una protezione dagli urti.

Caratos

 

CARATOS
design by Antonio Citterio

«Dopo 25 anni nei quali abbiamo presentato prodotti che utilizzano materiali e processi artigianali, ho sentito l’esigenza di proporre un pezzo “stampato”, una sedia con struttura in fusione, frutto di un significativo investimento industriale per il marchio. Nello stesso tempo volevo che il “disegno” di questo nuovo prodotto fosse parte della collezione Maxalto. Caratos è un prodotto assolutamente contemporaneo, ma che rievoca alcuni oggetti del Novecento, in grado di richiamare l’idea del bronzo, tramite una finitura opaca “piena”, che assorbe la luce,
e la grande qualità del rivestimento in pelle, che rimanda all’idea della “selleria”.»


                                                                                                                                                                                                                  Antonio Citterio


Sedie in due versioni, poltrona, pouf e tavolini sono le nuove proposte che vanno ad ampliare la serie Caratos, inaugurata l’anno scorso. Nuove proposte che rafforzano i tratti essenziali del progetto originario rendendolo tuttavia più morbido attraverso l’introduzione di forme avvolgenti,
pur mantenendo la leggera struttura in pressofusione d’alluminio verniciato grafite o ambra. Le sedute sono caratterizzate da schienali imbottiti che contribuiscono a formare il bracciolo, offrendo una seduta libera da qualsiasi costrizione posturale e favorendo conversazioni e relazioni con i vicini. I pouf e i tavolini riprendono il disegno delle strutture e si pongono come complementi ideali delle sedute per creare aree conversazione e ambienti living.

 

New B&B Italia Outdoor Collection 2018

 

Bay

 

BAY
design by Doshi Levien

Bay è una collezione di sedute da esterno composta da divano in due dimensioni, poltrona e poltrona con schienale alto, che si distinguono per l’aspetto scultoreo e monolitico, al contempo visivamente leggero. Avvolgenti volumi intrecciati realizzati in fibra di polipropilene, con un doppio intreccio che crea “tasche d’aria”, che donano trasparenza e leggerezza, sono combinati con sedute imbottite dalle sembianze di rocce e si completano con morbidi cuscini per offrire grande comfort. Ricercata la proposta cromatica che prevede due colori per l’intreccio, tortora e antracite, da abbinare alle raffinate tonalità di tessuti tinta unita e fantasia previsti per i rivestimenti di sedute e cuscini.

Tabour

 

TABOUR OUTDOOR
design by Doshi Levien

Nuova versione outdoor per Tabour, grandi pouf presentati in versione indoor nel 2016. Di forma ovale allungata e quadrata, simili a creature marine primordiali o a grandi animali unicellulari, associano sensualità dei volumi e alta tecnologia dei materiali. I rivestimenti in tessuto sono tesi sulla struttura imbottita tramite una sorta di “bottone” oversize, di fatto un vassoio verniciato nelle varianti bianco, tortora e antracite.

Fiore

 

FIORE
design by Naoto Fukasawa

Fiore è la nuova serie di tavoli da esterno, rotondi e quadrati in due altezze, realizzati in cemento nelle varianti bianco e greige. “Molti anni fa ho chiamato le mie sedie “Papilio”, perché la loro silhouette evocava le farfalle” - spiega Naoto Fukasawa - “Ora ho chiamato questo nuovo tavolo “Fiore” perché è un tavolo a cui le sedie Papilio stanno intorno come le farfalle volano intorno al fiore. Credo che questa introduzione di Fiore insieme alle sedie Papilio crei un bell’ambiente outdoor per un caffè o un pasto veloce”. Una proposta outdoor all’insegna della flessibilità, pensata per un utilizzo sia in ambito residenziale sia pubblico.

Tobi-Ishi

 

TOBI-ISHI OUTDOOR
design by Barber & Osgerby

L’iconico tavolo Tobi-Ishi, la cui ispirazione orientale è dichiarata fin dal nome, chiara allusione alle pietre levigate usate con funzione ornamentale nei tradizionali giardini giapponesi, viene ora proposto in versione bassa in cemento ad enfatizzarne l’aspetto scultoreo e materico.
Due le varianti: grigio e antracite.