London: School of Arts in Shoreditch

London: School of Arts in Shoreditch
Concorso di idee: "London, school of arts in Shoreditch". Shoreditch è uno degli esempi più significativi di come Londra sia capace di mutare pelle, rappresentando pienamente lo spirito della capitale. Il quartiere raccoglie parte dell'eredità culturale della città. Fu qui infatti, che venne costruito il primo teatro in stile elisabettiano di tutta Londra. E’ proprio dalla considerazione di questo aspetto storico che il progetto trae ispirazione e forma. Il sito d’intervento viene considerato come un ideale centro da cui si diffonde lo spirito artistico che caratterizza il quartiere. Una griglia compositiva, formata da raggi con angolo costante e cerchi concentrici, genera una serie di sezioni di circonferenze, che accostate e traslate nello spazio, accolgono le varie funzioni dell’edificio e che, idealmente, rievocano la forma dei teatri elisabettiani. L’intervento è caratterizzato da un impianto strutturale a vista composto da portali curvi in acciaio intervallati da pareti piene bianche ed ampie superfici vetrate; le coperture si configurano come porzioni di cerchi in cui si alternano parti vetrate, per consentire un’ottima illuminazione zenitale, e parti piene o destinate a tetto giardino, che permettano un inserimento armonico con le aree verdi preesistenti. Il progetto prevede un piano interrato che accolga le funzioni di servizio, e la creazione di due piani fuori terra nella zona sud e di tre piani nell’area nord, dove troveranno ubicazione tutti gli ambienti richiesti, oltre ad alcune funzioni aggiuntive. Ad esempio, si prevede la creazione di una cavea, che oltre ad essere un ulteriore rimando al teatro storico, vuole rappresentare un invito agli abitanti a partecipare alla vita e alle attività della scuola. Non a caso la cavea si apre ad est, verso la preesistente Hoxton Garden Primary School, aprendo un cono visivo verso la corte interna del progetto e prevedendo la possibilità che il teatro possa essere utilizzato anche dai piccoli studenti dell’adiacente edificio scolastico. La scelta di progettare un intervento non eccessivamente alto e con ampie superfici vetrate, rispecchia la volontà di aprirsi alla comunità, senza essere invadente, in un’area che ha già una sua densità edilizia non trascurabile. Nel quartiere sono presenti molte attrazioni culturali, tra cui diverse gallerie d’arte, ed è uno dei quartieri preferiti dagli street artists per i loro graffiti. Partendo da questi ulteriori spunti, il progetto prevede la creazione di un’area espositiva che potrà essere utilizzata dagli studenti per esporre le proprie creazioni; inoltre il fronte nord dell’edificio e alcune altre pareti lungo il perimetro, sono prive di aperture, caratterizzate unicamente da ampie pareti bianche incorniciate dal telaio strutturale dell’edificio, con l’intento di essere un invito per gli street artists a considerarle come delle grandi tele su cui dipingere le proprie opere, nell’ottica di creare un edificio che sia il più possibile aperto alla comunità ed integrato con il contesto urbano.

Galleria immagini

Contact the designer

Dichiaro di aver letto e accettato i termini e le condizioni per la privacy redatte da syncronia.com. Rilascio inoltre il consenso a fornire i miei dati personali secondo quanto stabilito nelle direttive sulla privacy. Informazioni sulla privacy