Oratorio Parrochia San Giovanni Battista; Magliano R. (RM)

OBIETTIVI DA RAGGIUNGERE Con il preciso proponimento assegnato dalla Committenza, di rendere l’immobile suddetto idoneo per attività pastorali (ludico-sportive e celebrative), per le opere da realizzarsi sull’immobile (per secoli destinato a stalla per bestiame ed altri usi agricoli, a ridosso del centro storico, più esattamente del contrafforte che sostiene parte della chiesa di San Giovanni Battista e l'immobile residenziale del parroco) è stato necessario intervenire con lavori di manutenzione straordinaria, senza poter modificare né superficie, né volumetria. FASI DI RISANAMENTO STRUTTURALE ED IMPIANTISTICO Si è eseguito un accurata opera di restauro e consolidamento strutturale delle pareti, della copertura ed un attento riordinamento delle aperture, sia per rendere convenientemente statica la costruzione secondo la nuova normativa antisismica del calcolo strutturale degli edifici in muratura, sia per ottenere un’adeguata coibentazione termica. Inoltre è risultato vantaggioso il ritrovamento, fra rovi e materiale di risulta, di un'intercapedine d’aria, ovvero una parete parallela al piano verticale del muro controterra preesistente, allo scopo di rendere alla costruzione sia un coerente distacco dalle sollecitazioni del muro stesso di contenimento, sia un idoneo isolamento dall’umidità, oltre che recuperare le aperture della facciata posteriore di illuminazione naturale e ventilazione naturale controllata interna. Infine, per l’impiantistica, sono stati realizzati gli allacci alla rete idrica, fognante ed elettrica. PARTICOLARI COSTRUTTIVI La struttura, in parte restaurata, sulle pareti verticali alle aperture viene presentata a faccia vista, come costruita originariamente. In tal modo, viene correttamente mostrato l’ininterrotto susseguirsi costruttivo strutturale, quindi il percorso originario dalle sollecitazioni meccaniche del fabbricato stesso, nei suoi particolari di sostegno in continua relazione fra loro. Nel restauro, tanto esterno quanto interno del fabbricato, vengono così sottolineati a faccia vista: l’alloggiamento a mensola della trave di colmo sui mattoni romani in terracotta che livellano il piano orizzontale per l’opus incertum sul quale poggiano; il muro romano che a sua volta poggia su una seconda e livellante fila poco più lunga di mattoni romani compresa fra l’opus incertum menzionato e, inferiormente, l’architrave originaria in legno; l’architrave originaria in legno che appoggia sulla muratura romana portante, questa volta rivestita con intonaco antico, preparato appositamente con una malta miscelata con un inerte di limo e polvere di tufo della stessa cava situata nei pressi del borgo. Nell'immagine a lato, uno dei manual-cooling sketch, che evidenzia i particolari costruttivi originari, invariati, e gli elementi del solaio risanato. La Committenza è in attesa di nuovi finanziamenti per il completamento delle finiture dell'opera.

Galleria immagini

Contact the designer

Dichiaro di aver letto e accettato i termini e le condizioni per la privacy redatte da syncronia.com. Rilascio inoltre il consenso a fornire i miei dati personali secondo quanto stabilito nelle direttive sulla privacy. Informazioni sulla privacy