Teatro Olimpico

Gli interventi previsti nel secondo stralcio dei lavori derivano dalla necessità di effettuare le opere ai fini antincendio previste nella valutazione del progetto di variante presentata da AMCPS nell’anno 2011. Si è inoltre richiesto un parere informale al Comando dei VV.F. di Vicenza per avere un ulteriore chiarimento su alcuni interventi, e si è avuta la conferma verbale che, nella sostanza, la valutazione del progetto del 2011 aveva l’obiettivo principale, se non unico, di separare in modo permanente il Teatro rispetto all’Accademia. Tale adiacenza e comunicazione era stata in un primo tempo motivo ostativo al rinnovo del CPI, in quanto viene riferito dalla Committenza che il precedente Comandante dei VVF di Vicenza, l’ing. Dattilo, aveva individuato nella comunicazione tra i due edifici una non conformità insanabile che doveva essere eliminata per addivenire al conseguimento del CPI. Nel progetto e a seguito di vari sopralluoghi, si sono individuati taluni interventi di riqualificazione R/REI di strutture edilizie che vengono dettagliate nel progetto dell’architetto Alessandro Bressa, co-Progettista del presente lavoro. Il monumento di proprietà del Comune di Vicenza è sottoposto a tutela ai sensi del D.L.vo. 22 gennaio 2004 n. 42, ed è destinato alla visita dei turisti, ad attività di pubblico spettacolo in primavera e autunno e a una serie di manifestazioni culturali, quali conferenze, che vengono organizzate in sala Odeo dall’Accademia Olimpica durante tutto l’anno. La superficie complessiva del Teatro, compresi i servizi annessi (camerini, vani tecnici, ingressi, gallerie ecc.) e le scale interne è di 3060,00 mq circa, mentre i posti a sedere attuali come approvato dalla Commissione di Vigilanza di Pubblico Spettacolo nella seduta del 12 maggio 1999 sono 470 così suddivisi in 350 posti nella cavea e 120 posti nella platea. Nell’ottobre dell’anno 1997 erano già stati fatti dall’azienda “AMCPS” di Vicenza alcuni lavori riguardanti le protezioni passive antincendio e della propagazione del gas presso il Teatro Olimpico, mentre nell’anno 2014 su progetto dell’ing. Alessandro Baricca sono stati fatti dalla ditta “Gaetano Paolin” una prima parte di lavori che riguardavano l’adeguamento antincendio per gli impianti elettrici e termomeccanici con sostituzione degli impianti di rivelazione antincendio e allarme nei locali del Teatro. Questo nuovo progetto riguarda il 2° stralcio dei lavori per le opere da eseguire ai fini della pratica SCIA da presentare ai Vigili del Fuoco, adottando con precisione le più corrette metodologie di intervento in accordo con la Soprintendenza dei Beni Ambientali e Architettonici di Verona. Gli interventi prevedono: 1) Interventi al piano interrato nei locali tecnici (nel locale centrale di ventilazione camerini, sala pompe, e cantina del custode); 2) interventi al piano terra (apertura nuova uscita d’emergenza dai camerini, chiusura del collegamento con la zona della biglietteria e vano scala Accademia Olimpica e chiusura collegamento con zona camerini e ingresso Accademia Olimpica); 3) interventi al piano secondo (zona vano scala che porta all’alloggio del custode con il collegamento della Biblioteca dell’ Accademia Olimpica); 4) interventi al piano terzo (zona vano scala con il collegamento tramite porta REI del sottotetto dell’ Accademia Olimpica); 5) interventi di restauro conservativo e risanamento dei serramenti lignei (porta ingresso biglietteria e portoni esterni di chiusura); 6) interventi di restauro conservativo e rinforzo dei parapetti in legno (vano scale di accesso alle esedre); 7) interventi di realizzazione di nuovi corrimano (vano scale di accesso alla platea e galleria espositiva del piano seminterrato, vano scale di accesso ai bagni pubblici nel piano interrato);

Image gallery

Contact the designer

I declare that I have read and accept Syncronia's Terms of Use and Privacy Policy. I therefore give Syncronia permission to publish and use my personal data, as outlined in the aforementioned policy.Privacy information