The tree and the spatial mesh

The tree and the spatial mesh Despar Design Contest "Supermercato senza confini" Il nuovo Despar è pensato come un organismo vivente, inserito nell'ambiente. Si confronta con la sostenibilità, attivando reazioni virtuose con l'ambiente circostante;traduce in un linguaggio riconoscibile e divulgabile i contenuti tecnologici ,caratterizzanti il funzionamento. Il risultato è un "luogo" dinamico , funzionabile come una grande macchina climatica. L'evoluzione del progetto si concretizzata in un' "isola ecologica",al fine di inserire il nuovo supermarket del futuro ,in un paesaggio,adoperando al meglio le tecnologie a risparmio energetico. Innovazione ed ecocompatibilità sono state le linee guida del progetto. Dal terreno nasce la nuova forma, una “vela”, un reticolo spaziale che ,mentre s'innalza, va ad avvolgere un contenitore vitreo a basso emissivo . Strutturalmente la copertura è sorretta da pilastri a forma di albero, il simbolo dell'azienda. Essa è costituita da tanti pannelli triangolari in zinco-titanio prepatinati ,in diverse nuance di verde. Il segno complessivo che ne viene fuori è di estrema leggerezza. I materiali impiegati sono: lo zinco - titanio per le lastre di copertura, il pavimento in legno la struttura portante in acciaio, il vetro basso emissivo con intercapedine per le facciate. Nel retro è possibile allestire un 'area gioco didattica,la quale informi sul risparmio energetico. Infine, il nuovo despar colpisce per il rigore del suo volume vitreo e per la geometria spigolare della copertura, semplice controllata;insomma un' immagine sintetica netta e ben ricoscibile.

Image gallery

Contact the designer

I declare that I have read and accept Syncronia's Terms of Use and Privacy Policy. I therefore give Syncronia permission to publish and use my personal data, as outlined in the aforementioned policy.Privacy information