rockisland

project manager_fabio ferrini architetto design team_fabio ferrini architetto_michele giacobbi designer luca morganti architetto_fausto venturini architetto collaborators_silvia santi architetto impianti meccanici_etamax srl concorso nazionale ad inviti – 1° classificato ancorato ad un esile filo di terra nel mezzo del mare, l’edificio del rockisland è la costruzione più avanzata sul mare che rimini possegga, un avamposto sull’adriatico, letteralmente un simbolo dell’intera città. il rockisland verrà modificato a partire dal suo involucro esterno, mantenendo integral- mente la struttura portante in acciaio che oggi caratterizza l’immagine del locale al suo interno. la nuova pelle, composta da fasce di acciaio corten di dimensioni variabili, ingloba la struttura, garanten- done tuttavia la leggibilità. la cortina in ferro è interrotta ogni volta dai tagli verticali strombati dai quali penetra una luce sempre diversa; da questi tagli, che attraversano l’edificio per tutta la sua larghezza, sarà possibile osservare il cielo e, nelle ore notturne, le stelle e la luna. un finestra a nastro spezza la continuità delle fasce verticali per garantire una vista a 360 gradi sul mare e sulla città. la “erre” di rimini, posta alle estremità della costruzione diventa adesso quella di rockisland e viceversa. lo spazio posto al di sotto del piano di calpestio è un ambiente suggestivo, sia per l’intensità della luce che raccoglie i riflessi del mare, sia per l’estrema vicinanza all’acqua, ma a renderlo un luogo dell’espressione è il fitto reticolo dei pilastri in ferro che inquadra la linea dell’orizzonte, con le classiche ombre allungate tipiche del noir d’autore, come negli interni della “taverna della giamaica” di alfred hitchcock. competition first prize almost totally surrounded by the sea, this amazing building is connected to the city by a narrow strip of land. therefore the rockisland represents, in rimini, the closest building to the sea: a symbol for the whole city. its rehabilitation will start from the exterior “skin”, maintaining the steel main frame structure, which characterizes today’s interior design. this new skin, composed by corten steel bends, covers the entire structure; this steel curtain is interrupted by vertical cuts which enable the light to come in; from these cuts, crossing the whole building, it will be possible to stare at the stars and moon. a window breaks the continuity of vertical cuts offering a beautiful 360 degree sight of the sea and the city. the “r” letter, situated at the end of the building, faces the sea and can be interpreted both as the “r” of rimini or rockisland. a very charming space lies under the main floor. the intensity of the light conveyed by the sea surfaces, the tight connection with water and the marvellous grillwork, made up of steel pillars focusing on the horizon line, offer unforgettable moments. moreover, moonlight shadows remind noir movies such as “jamaica inn” of alfred hitchcock.

Image gallery

Contact the designer

I declare that I have read and accept Syncronia's Terms of Use and Privacy Policy. I therefore give Syncronia permission to publish and use my personal data, as outlined in the aforementioned policy.Privacy information