Private House 13003

Intervenire su un edificio degli anni settanta, con spazi funzionali estremamente ridotti, ha richiesto lo sviluppo di soluzioni "sartoriali" in diversi casi, al fine di rendere gli spazi funzionali alle esigenze degli utenti. La volontà della committenza di "liberarsi" di ogni orpello o artificio decorativo, si è tradotto in un progetto dal linguaggio minimale, nel quale l'illuminazione si integra nell'apparato architettonico divenendone parte integrante. I materiali sono semplici, dai colori fortemente contrastati. Il nero della lamiera di ferro, si contrappone al bianco candido delle pareti finite a gesso. La pietra riveste alcune pareti come unico elemento decorativo, contribuendo a "sdrammatizzare" il rigore minimale delle altre componenti. I controsoffitti disegnano gli spazi, marcando le aree funzionali, rispetto a quelle di servizio, in una dinamica di volumi che, seppur nella loro grande semplicità, contribuiscono ad articolare le forme.

Image gallery

Contact the designer

I declare that I have read and accept Syncronia's Terms of Use and Privacy Policy. I therefore give Syncronia permission to publish and use my personal data, as outlined in the aforementioned policy.Privacy information