Museo Saso Pisano (PI)

E' stato inaugurato a giugno 2011 il nuovo complesso museale “Museo delle Arti e dei Mestieri della Toscana 'Gualerci Nicola'” nel centro storico del borgo medievale di Sasso Pisano nel comune di Castelnuovo Val di Cecina (PI), i cui locali sono stati collocati in edifici storici all'interno del Castello. La tipologia di questo museo si differenzia da quella classica dal punto di vista dell'esposizione che progettata in modo flessibile e modificabile mostra i prodotti di artigiani ed aziende esclusivamente toscane e di alta qualità. L'intervento di restauro dei locali del Museo La progettazione della ristrutturazione , come dell'allestimento del museo, è stata realizzata, in collaborazione con il Comune di Castelnuovo VdC, dalla società di ingegneria AREA3d Srl di Livorno che opera nel campo della progettazione avvalendosi di tecnologie e professionisti all'avanguardia sia per le indagini sul patrimonio edilizio che per le fasi di progettazione e divulgazione del progetto. La particolarità dei metodi di analisi e studio consiste nell'utilizzare per tutte le fasi di indagine e di progetto la tridimensionalità. Ecco che il lavoro è iniziato, parallelamente alle ricerche documentaristiche, con un rilievo laser scanner 3D di precisione con il quale si è potuto approfondire lo studio sull'immobile sia dal punto di vista storico-costruttivo che da quello funzionale-strutturale. Gli studi realizzati anche con la lettura dell'impianto urbanistico, della tipologia costruttiva e dall'insieme sistematico di altri elementi hanno messo in evidenza la formazione originaria medievale con successivi ampliamenti e modifiche sia planimetriche che prospettiche. L'edificio presenta murature portanti miste in pietra e laterizio con quelle esterne a vista, solai con travi in legno e mezzane in cotto per tutti i piani escluso il solaio al piano terra che presenta struttura in profilati metallici e voltine. Il progetto di ristrutturazione realizzato ha cercato di preservare i caratteri storici e tipologici dell'edificio, non intervenendo in alcun modo all'esterno e limitando gli interventi di trasformazione interna soltanto per miglioramenti strutturali e per adeguamenti alle normative vigenti. Si accede alle sale espositive del museo, al piano primo, da un'ampia scala voltata che con la sostituzione del portone di accesso presente (anni '50) con un portone centinato a due specchiature in vetro, rimane sempre in vista dall'esterno, segnalando la presenza del museo. Per i disabili al piano terra è presente una pedana sollevatrice che porta direttamente al livello espositivo. Al piano terra sono presenti anche i servizi igienici che potranno funzionare anche da servizi pubblici. L'esposizione ha la particolarità di potersi trasformare a seconda delle necessità, visto che l'intero apparato espositivo e di illuminazione è appeso a carrelli su binari. Potranno così essere inseriti nuovi espositori cambiando facilmente la sistemazione dell'allestimento. Gli espositori Grazie all'impegno profuso nell'iniziativa dall'amministrazione comunale e in particolare dal Dott. Gualerci Nicola gli espositori che per adesso hanno aderito all'iniziativa mettendo in mostra i loro migliori prodotti sono i seguenti (in ordine alfabetico): Accademia Navale di Livorno, Ama Marble Carrara, Gioielli Banchieri Livorno, Bartoloni ceramiche Montelupo, Coltelleria Berti, Andrea Bocelli, Ferro battuto Biagiotti, Busatti tessuti artigianali, Flamina Martini Luci, Grevi mode, IVV vetri, Mackingtosh art glass, Maestri Artigiani mobili, MITAL terracotte artistiche, Il Lanificio di Soci, Richard Ginori 1735 ceramiche, Rossi alabastri, Scuola Superiore Sant'Anna Pisa, Università di Pisa.

Image gallery

Contact the designer

I declare that I have read and accept Syncronia's Terms of Use and Privacy Policy. I therefore give Syncronia permission to publish and use my personal data, as outlined in the aforementioned policy.Privacy information